LA PSICOTERAPIA ADLERIANA 

"Adler era sempre 'l'uomo comune', quasi sciatto nel suo aspetto fisico, incurante della cenere di sigaretta che gli cadeva sulla manica o sul panciotto, indifferente a qualunque tipo di prestigio esteriore, semplice nel suo modo di parlare benché conoscesse bene come portare a casa i propri punti di vista (...)"

"Il modo di fare di Adler era unico e contrastava nella maniera più accentuata possibile con qualsiasi tipo di pomposità professionale.

Egli somministrava scienza ai suoi pazienti come se fosse tanto semplice quanto fare le uova strapazzate"

Carl Furtmuller

CHI E' ALFRED ADLER 

Insieme a Sigmund Freud e Carl Gustav Jung, Alfred Adler è uno dei padri fondatori della Psicoanalisi.

Agli inizi del 900, elaborò una teoria psicologica dell'uomo estremamente innovativa e contemporanea, che a distanza di poco più di un secolo si presta ad essere applicata come chiave di lettura e di intervento in numerosi contesti individuali e sociali. 

Espressioni di uso comune  come "stile di vita" "complesso di inferiorità", sono da ricondurre proprio al suo lavoro che prese avvio da studi sulla psicologia di persone affette da deficit organici.

Ciò che rende il lavoro di Alfred Adler pionieristico nell'ambito delle teorie psicoanaliitiche classiche, si deve in buona parte alla sua personalità.

 

L'impegno sociale e civile, la grande capacità oratoria e l'amore per i piaceri della vita, tra cui la musica, sono elementi che traspaiono dal modello psicologico da lui proposto, il quale pone la spinta alla cooperazione e il sentimento comunitario come base della salute psicologica individuale.

La Psicologia, nella concezione di Adler, è una disciplina dall'impronta fortemente sociale proprio per la possibilità che lo psicologo ha di contribuire attraverso il suo lavoro, ai fini del benessere individuale e dell'intera collettività.

Per tutta la vita questo è stato il suo principale impegno.

 i fondamenti della teoria adleriana 

La teoria adleriana è apparentemente semplice ma profondamente complessa.

Si tratta innanzitutto di un teoria psicodinamica, ovvero di un approccio che parte dall'assunto secondo il quale è l'Inconscio a guidare le nostre vite.

Buona parte di ciò che siamo e del modo in cui ci esprimiamo, inclusi gli atteggiamenti, i comportamenti, i pensieri e le emozioni, sottostanno a logiche di cui non siamo consapevoli,  estremamente soggettive e personali, diverse da individuo a individuo.

Il modello proposto da Adler prende per questo il nome di PSICOLOGIA INDIVIDUALE, proprio per sottolineare il principio secondo cui ciascun essere umano è distinguibile dall'altro a partire dal significato inconscio che attribuisce alla sua vita: per la psicologia adleriana ogni persona è un essere unico e irripetibile.

Adler fu inoltre tra i primi a proporre un'idea dell'uomo in accezione "positiva" ed estremamente fiduciosa nelle sue risorse.

L'assunto che sta alla base della sua teoria è che tutti noi, costantemente impegnati alla ricerca di soluzioni nei principali campi della nostra vita, quello del lavoro, dell'amore e delle relazioni sociali, possediamo un potenziale inespresso che può essere riscoperto e valorizzato a partire dalla comprensione degli errori inconsci che compiamo nel dare un certo significato agli eventi presenti e passati.

Si tratta di un approccio che promuove la riscoperta della creatività e dei talenti presenti in ciascun individuo.

L'uomo, promotore partecipe del suo stesso cambiamento, smette così di essere schiavo delle proprie dinamiche inconsce e può adoperarsi attivamente e con coraggio nella ricerca di una nuovo modo di stare al mondo.

...cosa ci rende unici 

Quali esperienze contribuiscono a renderci unici e irripetibili?

In linea generale sono tanti gli aspetti che concorrono nel fare di noi delle singolarità del tutto originali e non comparabili l'una con l'altra.

L'ambiente di nascita e di crescita, l'educazione che riceviamo dalle figure che si prendono cura di noi, l'ordine di nascita e le relazioni instaurate con i fratelli, il contesto culturale più ampio nel quale siamo inseriti, sono tra le più importanti.

La complessità dell'approccio adleriano si ravvede proprio nella centralità che tutti questi aspetti hanno nel dare vita alla nostra soggettività. A rendere ancora più ricco il quadro si aggiunge la creatività di ciascuno di noi che colora la nostra personalità in modo del tutto singolare.

Ciascun essere umano può essere paragonato ad un'opera d'arte alla cui creazione contribuisce egli stesso come artefice e artista.

la psicoterapia: IL viaggio alla scoperta della propria unicita'

La scelta di avviare un percorso psicologico o una psicoterapia avviene generalmente nel momento in cui le persone avvertono che qualcosa nel loro modo di vivere non funziona più come dovrebbe.

Di solito è uno stato di malessere che spinge a richiedere aiuto: l'ansia, l'umore basso, il senso di insoddisfazione, sensazioni di blocco o di staticità, sono spesso i primi segnali  che indicano che il nostro sistema è andato in crisi, facendoci faticare nella ricerca di soluzioni adattive.

La sensazione spesso riportata da molti nei momenti più difficili, è quella di aver perso la bussola, di non riuscire più ad orientarsi come accadeva un tempo o ancora di non riconoscersi più.

 

Sulla base di quanto scritto nei precedenti paragrafi, ecco che la Psicoterapia può rappresentare non solo un'importante occasione di ripartenza, ma ancora di più un viaggio nel corso del quale ci si concede di avventurarsi con coraggio verso la scoperta di chi davvero si è di quale direzione si è scelto di dare alle propria vita.

Rispetto alla essenza della Psicoterapia Adleriana, ho piacere di riportare di seguito le parole del Dott. Umberto Ponziani, analista e didatta della Società Italiana di Psicologia Individuale, il quale afferma:

"Una reazione frequentissima delle persone che si rivolgono agli analisti e agli psicoterapeuti adleriani a seguito dell'interpretazione del loro stile individuale è la meraviglia per l'assoluta comprensibilità, evidenza e semplicità e coerenza con quello che sentono e che hanno sempre sentito nella loro vita."

 

Nel caos e nella frenesia delle nostre mille attività quotidiane, nelle incertezze generate dai rapporti con gli altri e nella fatica di vivere la nostra vita in modo pieno e soddisfacente, trovo che la possibilità di uno spazio e di un tempo proprio  in cui fermarsi e darsi la possibilità di comprendersi intimamente, sia un'opportunità dal valore inestimabile.

Letture consigliate per approfondire la psicologia adleriana:

Alfred Adler. Cosa la vita dovrebbe significare per voi.

Alfred Adler. Il senso della vita.

Alfred Adler. Psicologia Individuale. Prassi e Teoria.